Barrette di Granola al miele

Io soffro di una patologia che credo non sia molto rara, l’ossessione gastronomica. Quando la mia mente/palato/stomaco si fissa con qualcosa ne mangio fino all’intolleranza! Non è molto salutare come comportamento alimentare, ma come direbbe Aldo “non è colpa mia sono malato”! In questo periodo come è facile intuire dal titolo e dalla foto la mia fissazione è per le barrette di granola. Colazione, pausa caffè in ufficio, dopo pranzo, pausa pomeridiana, dopo cena. E per fortuna non soffro d’insonnia.
Questa versione è molto semplice, veloce e “a risparmio energetico” perchè anzichè in forno va messa in frigo. Il risultato sono delle barrette morbide al morso e croccanti al momento dello sgranocchiamento. Io ho mescolato diversi ingredienti, ma si prestano benissimo a delle varianti. Unica accortezza nel modificare la ricetta fare attenzione più che al peso degli ingredienti al volume, affinchè rimanga equilibrato il rapporto tra ingredienti solidi e ingredienti liquidi che servono a tenere insieme il tutto. Considerate ad esempio che 20g di riso soffiato hanno un volume ben diverso di 20g di mandorle.
Consiglio inoltre di non eliminare il cioccolato fondente, che dà alle barrette quella parte di amarognolo fondamentale per contrastare la dolcezza del resto degli ingredienti.

Approfitto di questo post per segnalarvi una mostra a cui sono stata ultimamente e che vi consiglio di visitare se abitate a Roma o anche solo vi trovate a passare da queste parti.

Cleopatra. Roma e l’incantesimo dell’Egitto.
Fino al 2 febbraio, al Chiostro del Bramante, potrete ammirare 180 opere tra statue, busti, cammei e papiri, che raccontano la vita di una delle donne più carismatiche della storia: Cleopatra.
Bellissime le statue in basalto nero ed in granito rosa di Assuan, oscuro e suggestivo il papiro dei morti, incantevole il mosaico del Nilo con i suoi ibis e coccodrilli. Sarei rimasta lì incantata ad ammirarle per ore, quasi ipnotizzata da quelle divinità affascinanti e oscure.
Per me è difficile esprimere a parole l”atmosfera e le emozioni provate durante la mostra, ma spero vi sia comunque venuta voglia di farci una capatina.
Dettagli in più li troverete visitando la pagina dedicata sul sito del Chiostro. Nota positiva, inclusa nel prezzo d’ingresso c’è l’audioguida, utile per comprendere bene la mostra. Un consiglio, se vi è possibile andateci in giorni infrasettimanali o comunque non in orari di punta, altrimenti come me dovrete sopportare bimbi che corrono per le sale e gente che chiacchiera amabilmente come se fosse nel salotto di casa propria. In ogni caso: da non perdere!

Adesso torniamo alla ricetta.

Ingredienti

  • Granola 250 g
  • Riso soffiato 20 g
  • Mandorle 30 g
  • Cioccolato fondente 20 g
  • Granella di Pistacchi una manciata
  • Burro 30 g
  • Miele di castagno 100g

Mettete la granola (io ne ho usata una con noci, mirtilli e parecchie altre cose), le mandorle ed il riso soffiato per qualche minuto in forno per far tostare un po’ il tutto. In un pentolino versate il miele con il burro e cuocete fino ad ottenere una profumata miscela ambrata. In una ciotola mettete la granola arricchita, una manciata di granella di pistacchi e versateci sopra il composto con il miele mescolando bene. Versate il tutto in una teglia ricoperta con carta da forno schiacciando e comprimendo bene il tutto con la spatola. Io ho usato una teglia rotonda con il diametro di 26 cm, meglio usarne una anche più piccola così la granola verrà più spessa. A questo punto tagliate a pezzetti molto piccoli il cioccolato fondente e spargetelo sulla superficie del composto che avrete appena steso. Essendo il composto ancora caldo in parte si scioglierà, amalgamandosi bene. Coprite con della stagnola e mettete in frigo per 2 ore. Tirate quindi fuori dal frigo e tagliate la mattonella che ne verrà fuori, in barrette.

Questa voce è stata pubblicata in dolci, Uncategorized e taggata come , , , , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

2 Responses to Barrette di Granola al miele

  1. Francesca dicono:

    Io sono come te, se mi fisso mi fisso… e difficilmente mi “sfisso” se prima non ho goduto a sazietà del cibo in questione… :-)
    Le barrette homemade sono una bella idea anche per regali di Natale creativi, quasi quasi…

Rispondi